sosteniamo l'ecosostenibilitàilita
Marzo 25, 2021 SOGEAM Nessun commento

In questo articolo affrontiamo il tema dell’ecosostenibilità, un termine sempre più presente nella realtà aziendale italiana: la transizione verso processi e prodotti ecosostenibili.

A causa della crisi causata dalla pandemia molte aziende sono state costrette a rivedere il loro modello di business ed a riprogettare il loro futuro.

Il rallentamento economico causato dal COVID-19 ha indotto le aziende ad individuare nuove strade per un futuro economico, ambientale e sociale più sostenibile.

Al di là delle enunciazioni di principio, bisogna poi passare dalle idee ai fatti e quindi trasformare il concetto di sostenibilità in un’esperienza concreta.

Ecosostenibilità e sviluppo

Vediamo cosa hanno fatto alcune importanti aziende italiane che si sono mosse proprio in questa direzione.

Un buon punto di partenza è il settore energetico. L’ENI, già da diversi anni, ha convertito il polo petrolchimico di Porto Marghera in un centro produttivo di combustibili ecosostenibili derivanti da oli vegetali, grassi di frittura o grassi animali e sottoprodotti di scarto. Oggi Marghera, è il più importante sito produttivo di biofuel in Italia. Il processo di riconversione effettuato nel polo di Porto Marghera è stato un grande passo avanti verso il mondo dell’ecosostenibilità, delle energie rinnovabili e dell’economia circolare.

Passando dalla produzione alla distribuzione energetica TERNA, lo scorso dicembre, ha lanciato Equigy. Equigy è una piattaforma, basata sulla tecnologia blockchain, grazie alla quale si tiene traccia di tutte le transazioni energetiche in un registro sicuro non modificabile. Si rende così visibile la capacità delle risorse energetiche distribuite, registrandone la quantità disponibile e la quantità consumata. Questo aiuterà i TSO (Trasmission System Operator) ad accumulare e scaricare l’energia sufficiente e necessaria per quel determinato utente, evitando sprechi e calibrandone l’erogazione.

Altro settore in cui ci si sta impegnando per una transizione green è quello del packaging. Bioplastiche, polimeri a base vegetale che non hanno residui chimici stanno rivoluzionando il food packaging. Si tratta di materie prime rinnovabili a base biologica come amido di mais, grano, latte o materie prime derivanti da fermentazione di scarti alimentari. Tali materiali non sono necessariamente commestibili, ne del tutto biodegradabili, ma il loro principale vantaggio consiste nella compostabilità, cioè nella facilità con cui possono essere eliminati. Sono ormai compostabili anche le cialde del caffè: il primo brevetto italiano è stato depositato dalla Lavazza nel 2015 e le cialde erano fatte in Mater-Bi (il polimero antidoto della plastica).

Un altro campo in cui l’approccio green sta facendo passi da gigante è quello dell’edilizia che vede la nascita di smart city caratterizzate da appartamenti di classe A e A+, con illuminazione pubblica a led alimentata da pannelli fotovoltaici, teleriscaldamento e reti geotermiche per il raffreddamento.

Grandi novità arrivano poi dal settore tessile. Molti imprenditori italiani stanno passando dall’utilizzo di fibre con forte impatto sull’ambiente (come ad esempio il cotone la cui preparazione richiede ingenti consumi di acqua) a fibre ecosostenibili quali quelle ricavate dagli agrumi.

Questi sono solo alcuni esempi in cui l’ecosostenibilità si sta facendo strada. Sicuramente nei prossimi anni molti più settori saranno coinvolti in questo processo che ormai non è più una scelta facoltativa ma è diventata una necessità da cui non ci si può più sottrarre. L’ex ministro dell’ambiente Edo Ronchi Presidente della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile in un’intervista ha dichiarato che “nel programma next generation EU si punta tutto sulla transizione green e sul digitale. Le due cose procedono di pari passo, infatti, molti processi di efficienza energetica, di uso delle risorse, di ecodesign, di sharing cioè di uso del servizio anziché del prodotto, richiedono una buona dose di digitalizzazione.  E qui siamo in ritardo rispetto ai livelli medi in Europa”.

Per altri articoli su questo tema:
Cosa sono le imprese eco sostenibili e come avviare un’impresa green?
G
reen Economy: cos’è? Definizione ed esempi
La differenza tra economia lineare e circolare

Avatar
Written by Antonio Moffa